Chiamaci Scrivici
Effettua la tua ricerca

Decreto Rilancio, le misure per l’immobiliare

18-05-2020
#

Da ecobonus e sismabonus al 110% fino alle bollette e al credito d’imposta per le locazioni

Un decreto imponente, composto da 250 articoli, che è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale e che quindi è ufficialmente in vigore. Le misure approvate puntano a sostenere la ripartenza del Paese dopo il lockdown durato oltre due mesi. Alcune di queste misure riguardano anche l’immobiliare. Vediamo quali sono.
 

Ecobonus e sismabonus al 110%

 
efficientamento energetico immobili
 
Si tratta della misura più interessante di questo decreto. Riguarda tutte le spese sostenute a partire dall’1 luglio 2020 fino al 31 dicembre 2021 nell’ambito dell’efficientamento energetico e in chiave antisismica, così come per l’installazione di pannelli solari e colonnine di ricarica per veicoli elettrici.
 
Il bonus previsto è del 110%, valido sulle prime case e sui condomini. L’agevolazione verrà suddivisa in rate, ma c’è anche la possibilità di cedere il credito maturato alla banca o di farsi scontare l’importo in fattura da parte dell’impresa lavoratrice.
 

Riduzione bollette e credito d’imposta per l’affitto

 
bonus affitti
 
A sostegno delle imprese sono state previste alcune misure, come la riduzione delle bollette elettriche per i mesi di maggio, giugno e luglio 2020. L’Arera definirà le tariffe in modo da azzerare le quote fisse per i clienti non domestici alimentati in bassa tensione.
 
L’altro punto riguarda il credito d’imposta per le locazioni, che consiste nel 60% delle spese sostenute da imprese e lavoratori autonomi che hanno fatturato meno di 5 milioni di euro nel periodo d’imposta precedente. Questo vincolo non è applicato alle imprese del settore turistico, che beneficeranno del rimborso in ogni caso.
 
Viene riconosciuto lo stesso credito anche alle imprese che hanno pagato spese di sanificazione e di messa in sicurezza dei luoghi di lavoro, per un massimo di 80 mila euro.
 

Sospensione Imu per gli hotel

 
imu hotel
 
Per il turismo, tra i settori più colpiti dalla pandemia da Coronavirus, è prevista la sospensione della prima rata dell’Imu, in scadenza il 16 giugno. Per incentivare le famiglie italiane ad andare in vacanza restando in Italia, il decreto assegna un bonus vacanze alle famiglie con reddito Isee fino a 40 mila euro.
 
Fonte: Immobiliare.it